• Via casalino, 1 BERGAMO 24121
  • 035214195
  • studiolegale@fmslex.com
Author: Marco Foiadelli
29 febbraio 2016 - 7:40, by , in Diritto di famiglia, No comments
Niente esami niente assegno: lo ha stabilito la Corte di Cassazione n.1858 del 2016. Il dovere di mantenere i figli, educarli e istruirli, spetta ad entrambi i genitori ex art. 30 Cost. e 147-148 C.C., tale onere, imposto dal legislatore, è molto ampio richiedendo ai genitori di far fronte alle molteplici esigenze che possono profilarsi...
6 febbraio 2016 - 7:32, by , in Diritto penale, No comments
I reati di ingiuria (art. 594 c.p.), sottrazione di cose comuni (art. 627 c.p.) e falsità in scrittura privata (art. 485 c.p.) sono abrogati: questa è una delle novità previste dal pacchetto depenalizzazioni approvato con il decreto legislativo 15 gennaio 2016 n. 7 recante “Disposizioni in materia di abrogazione di reati e introduzione di illeciti...
30 gennaio 2016 - 8:31, by , in Condominio, risarcimento danni, No comments
Può capitare che, per rendere agibile il vostro condominio, siano necessari dei lavori di consolidamento che riguardano proprio il vostro immobile, determinandone una diminuzione di valore. Sappiate che in materia, si è recentemente pronunciata la Corte di Cassazione stabilendo, con la sentenza n. 25292, del 16.12.2015, che in presenza di lavori di consolidamento dell’edificio condominiale,...
20 gennaio 2016 - 8:10, by , in risarcimento danni, Trasporti, No comments
A seguito del cosiddetto “Dieselgate”, tutti i proprietari di auto Volkswagen che montano il software per l’alterazione delle emissioni possono ottenere un risarcimento per il danno generato dalla casa automobilistica. Ecco quali rimedi prevede in breve il nostro sistema giurisdizionale. Per poter ricevere un possibile risarcimento danni da Volkswagen, il requisito principale è essere in...
11 gennaio 2016 - 8:31, by , in risarcimento danni, Trasporti, No comments
L’assicurazione che anziché risarcire il danno alla vittima di incidente stradale, prende tempo scegliendo di resistere in giudizio pur non avendo elementi in mano, rischia di pagare il quadruplo per lite temeraria. Ha così deciso il Tribunale di Tivoli, con una recente sentenza che può definirsi “esemplare” (la n. 2428/2015) condannando le compagnie assicurative dei...
7 gennaio 2016 - 8:05, by , in Diritto penale, Trasporti, No comments
Mettersi alla guida di un veicolo ubriachi significa rappresentare un pericolo per se stessi e per gli altri. La guida in stato d’ebbrezza è uno dei reati disciplinati dal Codice della Strada, per la precisione dall’articolo 186 (e 186 bis), che prevede un limite legale massimo il tasso alcolemico di 0,5 grammi/litro. Questo significa che...
La Corte di Cassazione nella sentenza n. 26104/2016 ha chiarito che, se il sinistro avviene a polizza assicurativa scaduta, la copertura resta operativa laddove l’incidente risulti occorso nei successivi quindici giorni di tolleranza, indipendentemente dalla circostanza che il pagamento del premio sia avvenuto o meno in quel periodo di tempo. Infatti, ex art. 1901 c.c., l’effetto...
Il condomino che butta rifiuti dal balcone, sporcando il giardino sottostante o i balconi dei vicini è colpevole del reato di “gettito di cose pericolose” previsto dal codice penale: la norma sanziona il comportamento di chi getta o versa, in un luogo pubblico o in un luogo privato ma di comune o di altrui uso,...
17 dicembre 2015 - 9:00, by , in Condominio, No comments
Il d.l. n. 69/2013 c.d. “Decreto del fare”, convertito con modificazioni nella l. n. 98/2013, ha reintrodotto l’obbligo della mediazione civile e commerciale, per le materie di cui all’art. 5 del d.lgs. n. 28/2010 (diritti reali, successioni, locazioni, contratti assicurativi, bancari, finanziari, ecc.), ivi comprese quelle condominiali. Con tale intervento, quindi, riprende vita l’art. 71...
7 dicembre 2015 - 8:53, by , in Recupero crediti, No comments
Se avete un credito insoluto, è possibile ottenere dal giudice un provvedimento che permette di ridurre notevolmente i tempi per il recupero di quanto vi spetta. In primo luogo il codice concede tale possibilità quando il credito sia “provato” a mezzo di documenti particolarmente rilevanti: cambiale, assegno bancario, assegno circolare, certificato di liquidazione di borsa,...